Navi da Crociera – Uno studio sulle emissioni inquinanti in atmosfera

Conclusioni

[Voti: 3 Media: 5]

Inquinamento atmosferico prodotto dalle navi da crociera. Uno studio di Transport & Environment sulle rotte di navigazione e gli ormeggi nei porti delle mete turistiche europee.

Le conclusioni dello studio mettono in risalto la serietà del problema dell’inquinamento atmosferico causato dalle navi. I confronti tra le quantità di inquinanti emessi dall’esiguo numero di navi preso in esame e le flotte di autoveicoli delle città europee danno una chiara idea dell’entità dell’impatto ambientale.

Dai risultati dello studio è risultato che anche le zone sottoposte a controllo delle emissioni di zolfo (Sulfur Emsission Control Areas, SECA) subiscono quantità allarmanti di inquinanti.

I nuovi limiti alle emissioni di inquinanti

Dal 1 gennaio 2020 saranno operativi i nuovi standard imposti dalla MARPOL Annesso VI e dalla Direttiva del Parlamento Europeo e del Consiglio 2012/33/UE (recepita in Italia con il decreto legislativo n. 112 del 16/07/2014) che riducono il tenore di zolfo allo 0.5% in massa nei combustibili per uso marittimo per le zone fuori SECA.

MARPOL Annesso VI - Limiti SOx e PM
MARPOL Annesso VI – Limiti SOx e PM.

L’impatto dei nuovi standard della normativa è stato valutato dallo studio attraverso la stima delle emissioni di SOx al 2020. Purtroppo, anche in questo caso risultati non sono incoraggianti. Le 203 navi da crociera continueranno ad emettere, nelle ZEE europee, circa 22 kt di ossidi zolfo, pari a quasi 7 volte il totale delle flotte di autoveicoli circolanti nei paesi europei attraversati dalle rotte delle navi.

Quali sono strategie seguire per porre rimedi concreti al fenomeno delle emissioni inquinanti del trasporto marittimo? Nei prossimi articoli discuteremo di due principali orientamenti per far fronte alle limitazioni imposti alle nuove direttive europee. Il primo riguarda l’implementazione delle tecnologie Cold Ironing per l’elettrificazione delle banchine portuali, al fine di abbattere le emissioni inquinanti in atmosfera ed acustiche durante la sosta prolungata delle grandi navi nei porti. Un ulteriore articolo sarà dedicato all’utilizzo di combustibili alternativi con basso tenore di zolfo ed in particolare il combustibile marittimo GNL.

Vedi anche

Fonti e Riferimenti

  1. One Corporation to Pollute Them All. Luxury cruise air emissions in Europe (PDF)
  2. Direttiva 2012/33/UE del Parlamento Europeo e del Consiglio
  3. DAFI – Direttiva 2014/94/UE del Parlamento Europeo e del Consiglio
  4. MARPOL Annex VI – Prevention of air pollution from ship
  5. Sulphur oxides (SOx) – Regulation 14